WSBK: Tutto pronto in Thailandia, di Roberto Pagnanini

Certamente non un circuito tecnico anzi, quasi l'antisesi di un tracciato guidato, tanto caldo, umidità e clima tropicale: questo è ciò che offre il Chang International Circuit di Buriram, 4544 metri di rettilinei intervallati da sette pseudocurve.

Il Gran Premio della Thailandia è il secondo appuntamento del mondiale SBK 2019 e vi si giunge dopo il debutto di tre settimane fa a Phillip Island; in pista per ciò che concerne la massima categoria anche Marco Melandri e Sandro Cortese, portacolori del GRT, compagine ternana che porta gestisce due Yamaha R1.

Il pilota ravennate arriva in Thailandia forte del suo terzo posto in classifica generale mentre per Cortese sarà il debutto su questo circuito in sella ad una 1000.

"Sono davvero felice di tornare in Tailandia - ha esordito Marco Melandri nel pre GP -. È una pista che mi piace molto, anche se non è il circuito più tecnico del calendario. Sulla carta forse non è la pista migliore per noi, perché ci sono due lunghi rettilinei e dobbiamo ancora lavorare su questa area della moto, ma penso che le alte temperature che ci aspettiamo questo fine settimana potrebbero giocare a nostro favore. Mi sento bene e fiducioso dopo il primo round in Australia e la mia sensazione sta migliorando giorno dopo giorno sia con la moto che con la squadra, quindi vediamo cosa succede. Sarà anche interessante come vanno le cose senza test precedenti al Chang International Circuit, per vedere se tutti sono veloci come a Phillip Island. Sono entusiasta di iniziare il weekend".

"Sono felice di tornare in Thailandia. L'anno scorso è stata la mia prima volta al Chang International Circuit, ma ovviamente stavo in WorldSSP - ha dichiarato Sandro Cortese -. Ora torno qui per correre in WorldSBK e non vedo l'ora di vedere come si comporta l´R1 su questa pista. Cercherò di imparare il più velocemente possibile. Non abbiamo fatto dei test prima del weekend di gara come in Australia, il che renderà un po’ più difficile trovare un buon set up iniziale. Ma a Phillip Island abbiamo lavorato nella buona direzione e raggiunto il nostro obiettivo di finire tutte e tre le gare nella top ten, quindi sono sicuro che potremo continuare a lavorare nello stesso modo questo weekend in Tailandia. Il caldo sarà un fattore importante, con previsioni che promettono temperature estremamente alte, ma sono motivato, quindi vediamo come va".

 

Sponsor

Caffè 2000
Clinica iPhone
D'Antonio pasticceria

 

Galleria fotografica