WSBK: GRT nella Top Ten ma i primi sono lontanissimi, di Roberto Pagnanini

Il GP del Portogallo disputatosi questo week end sull'Autodromo Internazione dell'Argarve, ha segnato il ritorno in pista della SBK, il mondiale riservato alle derivate di serie, dopo quasi due mesi di inattività. L'ultimo gara infatti, era stata quella corsa a Laguna Seca e da allora più nulla se si escludo i test della scorsa settimana, sempre qui a Portimao. 

Ritorno in pista anche per Marco Melandri e Sandro Cortese, portacolori della compagine ternana GRT, alla sua prima stagione nella top class della SBK; entrambi i piloti hanno smpre gravitato intorno alla ottava, decima posizione al termine delle due gare previste che, per la cronaca, sono state vinte rispettivamente da Rea, Race1, e da Bautista, Race2. Distacchi considerevoli quelli accumulati da Melandri e Cortese che non sono mai stati in lotta per le posizioni di vertice. Quando mancano tre gare al termine del campionato, si può iniziare già a fare un primo bilancio della stagione e mentre il decimo posto in classifica generale di Sandro Cortese, Campione del Mondo in carica della SSP600 e rookie nella SBK, seppure con un distacco abissale dal leader Rea, è comunque in linea con le aspettative e con l'esperienza portata in dote, il nono di Marco Melandri sa un po' di delusione. Una stagione no quella del ravennate che comunque, e questo chiaramente lascia qualche dubbio su come l'ha affrontata, ha già dichiarato ben prima della pausa estiva il suo ritiro a fine campionato.

Per la cronaca Rea in sella alla Kawasaki precede Alvaro Bautista sulla Ducati ufficiale, capace di dilapidare un vantaggio enorme accumulato nella prima metà della stagione; un cenno speciale va riservato a Loris Baz che in queste ultime gare sta portando la Yamaha privata del Team Ten Kate a risultati interessanti tipo la sesta posizione di oggi in Gara 2. Il Team Ten Kate, da sempre un punto di riferimento all'interno del paddock della SBK, è  stato la punta di diamante delle Honda con la quale ha condiviso decenni di successi ma, a partire da questa stagione, dopo aver abbandonato la Casa dell'Ala per passare alla Yamaha, punta decisamente e senza troppe remore a diventarne ugualmente una struttura leader cosa che, inevitabilmente, ne fa una diretta concorrente dello stesso GRT Racing Team.   

 

 

Sponsor

Caffè 2000
Clinica iPhone

 

Galleria fotografica