Petrucci-Dakar: The countdown has started!

Ci siamo, il conto alla rovescia è già partito ed al via della Dakar mancano soltanto quattro giorni!

La classicissima delle marathon mondiali prenderà infatti il via sabato 1 gennaio con un breve prologo per decidere l'ordine di partenza della prima tappa delle dodici totali. 8.000 km con la partenza da Ha'il per poi viaggiare verso sud con il primo giorno di riposo previsto a Riyadh; successivamente la carovana si dirigerà a Jeddah sulla costa del Mar Rosso. Previste anche due tappe senza assistenza esterna.

Della partita sarà anche Danilo Petrucci che correrà per il KTM Factory Racing Team;  cambiata la sua KTM RC16 con una KTM 450 RALLY, Petrux affronterà cosi il rally più duro del mondo sperando di completarlo al suo primo tentativo. Danilo ha già avuto il tempo di testare la sua moto da rally Tech3 KTM Factory Racing insieme al team ed ha seguito un intenso allenamento su road book sotto l'occhio vigile del Rally Sport Manager di KTM Jordi Viladoms.

 “Sarà il mio primo anno a come Rally Team Manager alla Dakar e  non vedo l'ora che inizi - ha dichiarato Viladoms -.  È una gara estremamente importante per KTM e l'intero team ha fatto uno sforzo enorme.   E' fantastico che Danilo si unisca al programma rally; ha già dimostrato grande abilità sulla moto in quella che è una nuova grande ed entusiasmante sfida per lui. Il suo obiettivo quest'anno è solo quello di finire la gara e non vedo l'ora di vedere come progredirà durante l'evento”.

La preparazione alla Dakar è stata buona ma non perfetta perché  ho subito un piccolo infortunio alla caviglia - queste le parole di Danilo - . Per fortuna non si è trattato di niente di grave ed alla fine ho potuto comunque allenarmi nel deserto con i miei compagni di squadra. Sinceramente non ho ancora capito tutto quello che dovrò fare o come sarà la gara. Ho messo in archivio parecchi chilometri, ho passato molto tempo con la moto e mi ci sono abituato. È simile a una moto da cross in fondo". 

Gpone.com ha parlato direttamente con Danilo che nel frattempo ha continuato con l'apprendistato sopratutto teorico: "Ho fatto un po' di scuola sul funzionamento di alcuni apparati della moto e su come riparare eventuali danni che si possono verificare durante il cammino dato che, in due tappe, sarà vietata l'assistenza. Domani si risale in moto e proviamo a vedere come reagisce la caviglia". 

di Roberto Pagnanini

 

 

Sponsor

Antonelli ottica
Brilliant Service
CBF laboratori

 

Galleria fotografica