MotoGp: A Portimao Petrucci raccoglie i primi punti del 2021

Ha dovuto attendere il terzo gran premio stagionale ma, anche grazie ad alcune cadute tra le quali quelle di Rins e Zarco, Danilo Petrucci ha potuto mettere in archivio i primi punti di questo 2021 e sopratutto, i primi guidando una KTM. 

Partito con il 18° tempo, Petrux ha concluso 13° a circa trenta secondi dal vincitore Fabio Quartararò che ha lasciato gli altri gradini del podio a Bagnaia e Mir. Quello di Portimao ha rappresentato anche il GP del ritorno di Marc Marquez che dopo quasi un anno è potuto tornare a guidare e lottare in gara; al termine, l'otto volte iridato ha chiuso in settima posizione ed ha bagnato il risultato con le lecrime di un pianto liberatorio che sembra aver segnato la fine di un incubo. Per la cronaca, bene Morbidelli quarto che ha preceduto Binder su KTM ed Aleix Espargarò su una Aprilia sempre più veloce. Ancora una gara sfortunata per Valentino Rossi che ha cocluso nella ghiaia ad 11 giri dal termine.

Tornando a Petrucci, la sua rimonta si è conclusa quando gli è stato impossibile sorpassare Luca Marini e si è quindi dovuto accontentare della tredicesima piazza. Certamente Danilo aveva altre aspettative per questa gara e non poteva che essere cosi visto che, lo scorso anno, Oliveira aveva letteralmente dominato il GP di casa. Il problema potrebbe essere che il pilota ternano non riesca ancora ad interpretare bene la RC16 ma anche la nuove coperture previste da Michelin, tra le quali non figurano più le dure utilizzate nel 2020 e che sembravano ottimizzare le caratteristeche della KTM, non lo aiutano.

 “Non siamo ancora nella nostra forma migliore - ha dichiarato Petrucci - e dobbiamo migliorare il nostro setup. Tuttavia sto acquisendo molta esperienza ed almeno abbiamo ottenuto dei punti e questo è importante per l'umore. Ringrazio tutto il mio team perché stanno facendo un ottimo lavoro. Sono convinto che il progetto ha il potenziale giusto per permetterci di essere più vicino ad i primi e non mancano neppure le idee su come migliorare già dalla prossima gara di Jerez".

di Roberto Pagnanini

 

 

Sponsor

Antonelli ottica
Brilliant Service
CBF laboratori