MotoGp: Podio a Le Mans per Danilo, di Roberto Pagnanini

Danilo Petrucci conquista il podio a Le Mans, settimo in carriera da quando è approdato alla MotoGp, dopo una gara caratterizza da un piccolo errore durante i primissimi giri ma che poi lo ha visto protagonista nel finale in una lotta con il suo compagno di squadra Dovizioso per il secondo posto.

Danilo partiva con il secondo tempo conquistato ieri alle spalle di Marquez e proprio con lo spagnolo si è giocato la testa della corsa alla prima staccata dopo il via; una frenata brusca caratterizzata forse anche da un piccolo contatto tra i due. E' stato un piccolo errore però a fargli perdere alcune posizioni, retrocedendolo sino alla sesta mentre davanti Marquez allungava su Miller, entrambi inseguiti da Dovizioso.

Nelle fasi finali però, il pilota ternano si liberava di Valentino Rossi e dell'inglese portandosi a ridosso del compagno di squadra con il quale ha ingaggiato un duello per il secondo gradino del podio; pur mantenendo sempre la massima attenzione per evitare un contatto che sarebbe potuto risultare deleterio per entrambi, Petrucci ci ha provato con determinazione sfruttando la sua abilità in frenata per contrastare quella che forse era una maggiore brillantezza in accellerazione della Ducati del forlivese. All fine, alle spalle di un Marquez lontano un paio di secondi e che regala alla Honda la 300° vittoria nella Top Class, Dovizioso e Petrucci sono arrivati quasi appaiati confermando il buon momento della Casa di Borgo Panigale.

Nel mondiale, il pentacampeon è ancora leader a quota 95 punti frutto di tre vittorie ed un secondo posto, seguito da Dovizioso a 87, Rins a 75, Rossi /2 e Petrucci a 57.

Sono molto felice per questo podio - ha dichiarato Petrucci nel parco chiuso -. Sono riuscito a partire bene ed ho provato subito ad attaccare Marquez ma ho commesso un piccolo errore nei primi giri e questo mi ha penalizzato facendomi retrocedere sino alla sesta posizione. Però sentivo che il feeling con la moto era buono e allora ho spinto forte ogni giro sino ad arrivare alla spalle di Andrea. Lui riusciva ad accellerare meglio ma io ero più efficace in frenata. Ce la siamo giocata sino all'ultima curva. Sono felice, e dedico questo podio alla mia famiglia e a tutti quelli che sempre mi sono vicino". 

Il prossimo appuntamento per il motomondiale è fissato per il GP d'Italia al Mugello il 2 giugno.

 Foto: www.motogp.com

 

Sponsor

Antonelli ottica
Bar Pietro
Brilliant Service

 

Galleria fotografica