MotoGp: Per Petrucci si preannuncia un'altra gara in salita, di Roberto Pagnanini

11° tempo al termine delle prove del GP di Gran Bretagna, questo è quello che è stato capace di raccimolare Danilo Petrucci che domani non potrà fare altro che sperare in una grande rimonta sul tracciato di Silverstone.

Un peccato perchè nel pomeriggio il ternano non è stato capace di capitalizzare quanto di buono fatto nella mattina durante le FP3; purtroppo il problema con il grip all'anteriore non trova soluzione e quando l'aderenza diminuisce la GP19 non gira e questo accade quando la temperatura aumenta, esattamente come lui stesso ha ripetuto "Non posso correre solo con il freddo!"

“Purtroppo non sono riuscito a fare una buona qualifica - ha commentato Petrucci al termine del sabato di prove -. Peccato perché questa mattina la moto mi piaceva moltissimo ed ero veloce: nel pomeriggio abbiamo fatto delle piccole modifiche ma non ho più ritrovato lo stesso feeling. Nella Q2 c’era tanto grip dietro e molto poco sull’anteriore e sentivo lo sterzo molto leggero per cui non sono riuscito a ripetere neanche il tempo di questa mattina, forse a causa della temperatura più elevata. Il nostro obiettivo minimo era partire dalla seconda o dalla terza fila, ma non ci siamo riusciti e quindi la gara non sarà molto facile per noi. Adesso però analizzeremo bene i dati per capire meglio cosa è successo e cercare di trovare una soluzione per domani”.

Per la cronaca la pole position, la sessantesima in MotoGp, è andata a Marc Marquez che ha preceduto Valentino Rossi per 428/000 e Jack Miller a chiudere la prima fila per 434; seguono Quartararo, Rins e Vinales in seconda linea, Dovizioso, Mrbidelli e Clutchlow in terza, Petrucci stretto tra Nakagami e Alex Espargarò in quarta.

 

 

Sponsor

Phonix
Salefino Ristocafè
San Valentino Sporting Club

 

Galleria fotografica