MotoGp: Petrucci più forte del dolore, quarto e primo dei ducatisti, di Roberto Pagnanini

Al Sachsenring, in occasione del nono appuntamento stagionale del motomondiale, un Danilo Petrucci coriaceo, e certamente più forte del dolore alla mano dovuto ai postumi della caduta di ieri, è stato capace di conquistare un ottimo quarto posto, risultando anche il primo dei piloti in sella alla Desmosedici Ducati.

Il pilota ternano partito dalla quarta fila con il dodicesimo tempo, si è portato subito in settima posizione e, da li in avanti, ha rimontato sino alla quarta finale, il tutto però  non prima di aver lottato per buona parte delle fasi conclusive della gara, con il suo compagno di squadra Andrea Dovizioso, giunto al traguardo alle sue spalle.

Per la cronaca, il GP è stato vinto da Marquez che ha preceduto sul podio Vinales e Crutchlow; con i punti accumulati oggi, il pentacampeon porta a 58 i punti di vantaggio su Dovizioso, 185 a 127, mentre alle su spalle Daniilo Petrucci riduce a 7 il distacco dal ravennate.

Per Marquez, quella odierna è la quinta vittoria stagionale che unite ai tre secondi posti fanno si che lo spagnolo sia sempre salito sul podio in tutte le gare disputate sino ad oggi ad esclusione dell'unico zero raccolto in occasione del GP delle Americhe.

Tornando a Petrucci, si è vissuta una vera lotta in famiglia all'interno della quale non sono sembrati esistere ordini di scuderia anche perchè il distacco in classifica dallo spagnolo inizia ad essere davvero consistente.

Adesso il motomondiale andrà in vacanza per tornae in pista a Brno, in Repubblica Ceca il 4 agosto.

 

 

Sponsor

Macelleria Da Ida
Mediapoint Group
Pet Store Conad