MotoGp: Per Petrucci, l'esperienza in Ducati termina fuori dalla zona punti

Sedicesimo e lontanissimo da Miguel Oliveira, oltre trentaquattro i secondi di distacco dal vincitore; finisce cosi l'esperienza in Ducati di Danilo Petrucci sul tracciato di Portimao.

Due le posizioni guadagnate rispetto alla diciottesima dalla quale partiva sullo schieramento di partenza; non c'è stata la rimonta che sarebbe stata necessaria per chiudere nel migliore dei modi la sua sesta stagione in sella alla Rossa bolognese, delle quali quattro in Pramac e due nel team factory. Anche lui comunque ha contribuito alla vittoria del titolo costruttori che vede la Ducati prima nella speciale classifica.

“Avrei voluto concludere la mia avventura in Ducati con un risultato migliore, ma purtroppo oggi è stata una gara difficilissima - ha dichiarato Petrucci -.Voglio ringraziare tutte le persone che lavorano in Ducati, per primi i ragazzi della mia squadra, perché in questi sei stagioni in sella alla Desmosedici GP ho potuto ottenere diversi successi e due vittorie in MotoGP! Sono felice di aver potuto far parte di Ducati in questi sei anni della mia carriera”.

Una curiosità: Danilo ha chiuso il mondiale in dodicesima posizione con 78 punti ma con i sui 26 giri al comando di un gran premio, è terzo alle spalle dei soli Morbidelli e Quartararo e al pari di Oliveira su KTM, la sua prossima moto.

Tornando alla gara, alle spalle di Oliveira, che cosi bissa il successo firmato in Austria lo scorsoo agosto, salgono sul podio Jack Miller e Franco Morbidelli che nella generale conquista il titolo onorifico di Vice-campione del mondo.

Per la cronaca, anche l'ultima gara in sella alla Yamaha ufficiale per Valentino Rossi si è conclusa lontano dal vincitore; il Dottore ha chiuso dodicesimo sul traguardo e quindicesimo nalla world standing.

di Roberto Pagnanini

 

 

Sponsor

Sipace group autocarrozzeria
Stadium
Wind Terni piazza della Repubblica