MotoGP: Petrucci dodicesimo, occasione sprecata

Soltanto dopo una settimana si è tornati a gareggiare sul RedBull Ring dello Spielberg per quello che è stato il Gpn Premio d'Austria.

A differenza di sette giorni fa, la gara svoltasi con condizioni miste e che hanno costretto i piloti al regime di flag to flag, ha visto trionfare Brad Binder che sul traguardo, e con gomme slick nonostante la pioggia, ha preceduto Francesco Bagnaia e Jorge Martin, trionfatore la scorsa settimana.

Danilo Petrucci invece, nonostante abbia faticato a prendere il giusto ritmo, ha poi recuperato qualche posizione ed anche lui nel momento in cui è iniziato a piovere ha deciso di non cambiare la moto, è rimasto in pista ed ha chiuso in zona punti, dodicesimo. In realtà Petrucci non ha sfruttato perfettamente quelle che potevano essere delle condizioni ottimali per lui, il bagnato. I problemi sono perà venuti nella prima parte della gara dove la moto pattivava molto e questo ha costretto la centralina a tagliare spesso, causando consumi di benzina eccessivi. 

Non perfetto Quartararo che invece decide di rientrare ai box e chiude ottavo proprio davanti a Valentino Rossi.

"E' stata una gara difficile - ha esordito Danilo Petrucci a fine gara -. Sopratutto all'inizio la moto sembrava differente da sempre. Non riuscivo a guidare come avevo invece fatto nel resto del week end ed è stato duro per me. Poi è arrivata la pioggia e veramente non vedevo l'ora di arrivare sotto la bandiera a scacchi. Alla fine abbiamo portato a casa dei punti ma non sono assolutamente contento. Un’occasione sprecata. Purtroppo i primi 10/15 giri la moto non aveva trazione e tagliava tantissimo e questo mi ha fatto consumare molta benzina costringendomi ad usare meno potenza. La moto non andava e perdevo ancora di più sul rettilineo. Gli ultimi due giri poi non è stato semplice, sembrava di guidare sul ghiaccio. Credo che non sia capitata la gomma giusta, stamattina nel warm up avevo un bel feeling e oggi pomeriggio non c’era trazione". 

Alla luce dei risultati odierni, nella classifica di campionato Fabio Quartararo conduce sempre a quota 181 e precede a parimerito Pecco Bagnaia e Joan Mir a 134; Petrux con i quattro punti di oggi è 18mo.

di Roberto Pagnanini

 

 

Sponsor

Sipace group autocarrozzeria
Stadium
Wind Terni piazza della Repubblica