MotoGp: Danilo Petrucci chiude 15° in prova nel GP della Comunitat Valenciana

Giusto una settimana dopo, sul circuito Ricardo Tormo di Valencia dove domani si disputerà il secondo gran premio in appena sette giorni, Danilo Petrucci migliora la sua posizione in griglia di partenza di una fila e scatterà dalla quinta linea dopo aver fatto segnare il quindicesimo tempo in prova.

Vista in ottica Ducati, quasi una passaggio di consegne considerando che i due piloti che dalla prossima stagione prenderanno il posto di quelli ufficiali, del ternano e di Andrea Dovizioso appunto, partiranno invece dalla seconda casella, Jack Miller e dall'ottava, Pecco Bagnaia ma non soltanto questo perchè anche il francese Johan Zarco li precede con il quarto tempo. 

Un gran premio dall'atmosfera particolare perché Joan Mir potrebbe riportare una Suzuki sul tetto del mondo dopo ben vent'anni; era infatti il 2000 quando Kenny Roberts Jr si aggiudicò l'iride e le moto erano ancora 500cc 2t.

Per la cronaca lo spagnolo ha fatto registrare il dodicesimo tempo; un crono distante quasi 8 decimi dalla pole di Franco Morbidelli su Yamaha, la seconda in MotoGp dopo quella conquistata a Barcellona. A completare la prima fila troviamo Jack Miller e Takaaki Nakagami.

Anche se non nell'immediato, l'ottimismo per Danilo Petrucci potrebbe essere significato dalle buone prestazioni delle KTM, moto che guiderà dal 2021, e che vedono Pol Espargarò quinto, Brad Binder nono e Miguel Oliveira decimo.

"Questa mattina il mio feeling con la moto era abbastanza buono ed ho mancato l’accesso alla Q2 solo di pochi millesimi - ha dichiarato Danilo Petrucci -. Purtroppo in Q1 le condizioni erano piuttosto difficili: ho provato a spingere, ma con la leggera pioggia ho preso un paio di rischi e non sono riuscito a fare di meglio. Speriamo che domani il meteo migliori e di riuscire a fare una buona partenza”.

di Roberto Pagnanini

 

 

 

Sponsor

La Chianina Carni
La Cruda
La Leo