MotoGp: Australia sfortunata per Petrucci, tutto finisce in due curve, di Roberto Pagnanini

Dura soltanto due curve il GP di Australia per Danilo Petrucci che vede cosi svanire la opportunità di invertire una tendenza che, negli ultimi tempi, lo vede ben lontano dalle posizioni che contano.

Un peccato perchè il pilota ternano era riuscito a conquistare la seconda fila delle schieramento al termine delle prove disputatesi questa mattina dopo che ieri erano sate annullate a causa delle proibitive condizioni atmosferiche;  Danilo è stato vittima di un high side alla curva 2 all’inizio del primo giro ed ha anche colpito la moto di Quartararo, terminando la sua gara nella via di fuga insieme al pilota francese.

Portato al centro medico del circuito gli è stata riscontrata una forte contusione alla caviglia sinistra che però, secondo gli specialisti, non desta preoccupazioni.

Per la cronaca la gara è stata vinta da Marc Marquez che cosi somma ben 11 successi in questa stagione; su podio in sieme al neo Campione del Mondo sono saliti nell'ordine Cal Crutchlow e Jack Miller sulla prima delle Ducati; nonostante lo zero di oggi, Petrucci resta comunque in quinta posizione nella classifica piloti a 14 punti da Rins e 7 da Viñales.


“Sono davvero dispiaciuto perché finalmente avevo fatto un weekend all’altezza delle mie aspettative e questa mattina in qualifica avevo ottenuto un buon tempo, per cui ero molto ottimista per la gara - ha dichiarato Petrucci -. Purtroppo alla curva 2 Marquez mi è entrato all’interno e, allargando la traiettoria, sono andato sullo sporco ed ho perso la moto facendo un high side che sfortunatamente ha coinvolto anche Quartararo. Mi dispiace molto per lui e anche per il fatto che probabilmente abbiamo perso un’occasione per salire sul podio. La caviglia mi fa molto male ma, da un primo esame in circuito, sembra che non ci sia nulla di rotto per cui spero di essere a posto per la Malesia"

 

 

 

Sponsor

Antonelli ottica
Caffè 2000
CBF laboratori